Progetto per il futuro

Il progetto di realizzazione di una nuova centrale per l’utilizzo delle acque del bacino del Ritom si fonda sulla stretta collaborazione tra il Canton Ticino, AET e le FFS.

Image module

Panoramica

  • 2023. È la data in cui si prevede entrerà in funzione la nuova centrale.
  • Potenziamento senza ampliamento. Grazie alle nuove tecnologie impiegate sarà possibile triplicare la potenza senza dover innalzare la diga.
  • 250 mio di franchi, l’ammontare degli investimenti previsti per la realizzazione del nuovo impianto
  • Sicurezza. La nuova centrale sarà un elemento importante per far fronte alle emergenze in caso d’evacuazione del tunnel di base del Gottardo e del Monte Ceneri.
  • Risorse cantonali per i cittadini. Per il Cantone si tratta di un importante operazione di recupero delle risorse idriche, grazie alla quale AET acquisirà lo sfruttamento di circa metà delle acque ticinesi del lago Ritom.
  • 100% energie rinnovabili. Le FFS ricaveranno, anche grazie al Ritom, tutta la corrente di trazione di cui hanno bisogno da fonti rinnovabili entro il 2025.